Presentazione
Diffusione
Redazione
Rivista
Inserzionisti
Pubblicità
Contatti
Gli ultimi numeri
marzo 2011
   
  settembre 2011  
     
   
  maggio 2011  
     
   
  marzo 2011  
     
   
  novembre 2010  
     
 
 
In questo numero
Sommario
 
Le proposte Sidp per una società che cambia
 
Ricette diverse per fermare
l’abusivismo
 
Odontologia forense: quando
il dentista è anche detective
 
IDS 2011: obiettivo fiera
dei record
 
 

Editoriale
Un sorriso per sempre
L’odontoiatria estetica, più popolare che mai, deve la sua crescente fortuna non solo all’allungamento della vita, ed al desiderio sempre più diffuso di invecchiare con garbo, ma anche alla nuova voglia di bellezza che caratterizza la nostra epoca. E a quanto pare, le nuove tecniche odontoiatriche, tanto sofisticate nel- la sostanza, quanto naturali nel risultato, possono ormai far durare un sorriso per sempre. Con la tendenza alla semplificazione che è propria dei tempi, dell’estetica si è fatto un mito del vivere civile, una richiesta pressante da soddisfare senza troppo curarsi del buon esito funzionale delle terapie. Sono cambiati i canoni estetici e bello in bocca è ciò che è bianco immacolato.

E se c’è qualcosa che non va, d’accordo con le cure, basta che siano invisibili. Ma non è così semplice, servono nuovi materiali, tecniche specifiche e metodiche raffinate. L’odontoiatria si sta adeguando, oggi è in pieno sviluppo la ricerca di riferimento che ha portato alla definizione di protocolli clinici e materiali innovativi come le ceramiche integrali, lo zirconio, le pressofuse. Perciò abbiamo una vasta gamma di opzioni da proporre al paziente per restauri pressoché invisibili. Si va formando insomma una nuova professionalità, capace di saldare strettamente il rispetto dei canoni estetici con la funzionalità. L’armonia del sorriso è indice prima di tutto di salute orale, non va mai dimenticato. Ecco perché alla ricerca del “bello che funziona” gli Amici di Brugg hanno dedicato un intero triennio di scienza e di formazione. Tutta l’attività culturale fino al al 2012 sarà focalizzata sul tema estetico. Del resto il ramo estetico rappresenta una delle più diffuse forme di odontoiatria oggi disponibili. Sempre più persone si rivolgono al dentista per migliorare il proprio aspetto, a volte, per cambiare in parte l’impronta del viso.

Ecco il motivo per cui la bellezza diviene terreno fertile non solo per il puro odontoiatra, ma anche per il professionista che della chirurgia maxillo-facciale ha fatto il suo campo di battaglia. Sempre maggiori gli esempi di scuole prestigiose di chirurgia che ampliano la loro sfera di intervento all’estetica, non limitandosi all’originario compito di intervento di urgenza su un volto, in serio pericolo di deterioramento a causa di incidente traumatico o grave malattia. Riteniamo che l’impiego del maxillo facciale nell’estetica avrà nell’immediato futuro sempre maggior presa, infatti la professionalità specifica di quest’ultimo non ha eguali nella micro chirurgia che è pur sempre un’intervento delicato e specifico.

Panorama Dentale - Registrazione del Tribunale di Milano n.612 del 27 ottobre 2003